La fotografia del ricordo

Un titolo lapalissiano direte, ma dove è finito quel genere di fotografia che ci teneva incollati ore a guardare album nelle riunioni di famiglia, oppure le classiche diapositive al ritorno dalle vacanze con gli amici? Oggi la fotografia del ricordo, dei momenti intimi, è quasi completamente relegata agli smartphone e spesso non assolve più a ciò che è intriso nel titolo, al significato primario della fotografia, appunto, il ricordo.
Certo la fotografia dei momenti vissuti assieme alle persone che amiamo può essere buona o cattiva.
Ma è poi così importante? Dipende.

Per quanto mi riguarda, e guai se non fosse così, provo di raccontare con taglio reportagistico anche la fotografia dei miei momenti intimi e mi impongo, quando non utilizzo supporto argentico, a dare un seguito a qualla immagine. Vorrei esortare anche tutti voi a non lasciar morire le vostre fotografie in un telefono. Stampatele e date una chance alla generazione che vi seguirà di non trovare desolatamente vuoto il cassetto dei ricordi.

Se questo argomento é di tuo interesse, esprimi la tua opinione!