Una storia dietro una fotografia

Quando sei in strada a tirar foto, che sia per un progetto o meno, dopo l’acclimatamento necessario a respirare quel luogo, inizi a vivere in quello stato di attenzione che a un certo punto della loro vita appartiene ai fotografi che fanno della strada un momento di puro piacere fotografico. Eh si, perchè se c’è una cosa che ho capito in questi ultimi anni, è che la gente e la strada un poco li devi amare. Devi farti trascinare profondamente e uscire dalle tue convinzioni per avvicinarti alle loro e partecipare alle loro vite, anche se per un solo istante. In questo brevissimo spazio temporale il bravo fotografo si infila cercando di catturare in quell’istante un prima e un dopo che lo consegnerà alla eternità.

Ero fermo già da alcuni minuti nel centro della magnifica Place de la Comèdie, in Montpellier, cercando di far pulizia dei miei pensieri quando la mia attenzione cade su una distante vecchina che esce dal piccolo supermarché della piazza abbarbicata alla sua piccola lista della spesa. Capisco da subito che può essere un soggetto interessante ma anche che devo lasciarla avvicinare e cambiare rapidamente direzione per cercare uno sfondo meno sporco, ma che non faccia fermare l’occhio esclusivamente sul soggetto. La seguo per un attimo e nel frattempo a occhio configuro la fotocamera sovraesponendo uno stop. Mi intenerisco alla vista della sua lista della spesa… una petit dîner, solitaria, con una concessione al piacere, una viennetta e una bevanda giovane. Commosso, Sto quasi per non tirare la mia fotografia ma con la coda dell’occhio, ormai concentrato sulla mia vecchina, intravvedo il simbolo della piazza, la Comédie, da cui fa bella mostra di se la bandiera di Francia. Ho scattato.

Domenico Cammarano Photography

Casa doveva essere vicina, la seguo per pochi secondi e la saluto con un’ultima fotografia, la mia vecchina.

Domenico Cammarano Photography