Un progetto fotografico di una vita

La nascita di un progetto fotografico è, spesso un mistero, ma scattare senza uno scopo – lavoro a parte – siatene certi, prima o poi viene a noia, sopratutto se siamo tra quelli che non si accontentano della fotografia della domenica. 

Come nasce l’idea di un progetto fotografico

Spesso capita di essere li davanti alla nostra tazza di caffè cercando l’idea fulminante, che è un poco come cercare una idea per un bel romanzo. Ma non solo! Trovato il tema,  dovremo scegliere il linguaggio da adottare, e pure con cosa scriverlo, il nostro progetto fotografico, insomma, quali strumenti siano più adeguati.

Restiamo alla idea. Diciamocelo, più la si cerca, più inafferrabile e nebulosa resta.  Personalmente mi son trovato di frequente ad avere collezionato alcune serie di immagini che si son fermate allo stato embrionale e mai si sono evolute allo stadio di progetto. Nel caso di “Sans faire de bruit” invece, l’intenzione si è rivelata immediatamente chiara e di una semplicità disarmante.

Un progetto fotografico di una vita

Collezionare una serie di Snapshot che riescano a interpretare la parte schiva e riservata del carattere di Nathalie, con cui condivido i miei giorni – a dire il vero ora siamo in tre – nella logica del diario, con scatti più o meno intimi. 

Condizione per me basilare nell’approcciarmi a questo tema è scattare il meno possibile e più istintivo possibile. E ciò vuol dire farlo quando quella vocina interiore fa capolino e ti dice si, questo è un momento e una situazione da ricordare. 

Finora è stato così.

Se questo argomento é di tuo interesse, esprimi la tua opinione!