La mia Zorki 4K

Zorki 4K
Tempo addietro, la mia passione per la fotografia estemporanea e documentaristica, mi ha avvicinato a quella specie di tunnel spazio temporale che oggi son considerate queste fotocamere dai non addetti ai lavori, le fotocamere rangefinder. Quelle fotocamere dotate di telemetro per la messa a fuoco, in stile Leica Per capirci. La allocuzione tunnel spazio temporale potrete comprenderla appieno soltanto possendendone una e girando per le strade in sua compagnia. Quantomeno i più curiosi vi fermeranno per chiedere spiegazioni.

Prima di acquistare una Leica ho voluto dirigermi verso uno degli economicissimi modelli sovietici provenienti dalla nota fabbrica Fed, La zorki 4K, ultima rangefinder prodotta, se non erro, prima della stranota Reflex Zenith.
Zorki non è facile. Completamente manuale, completamente meccanica, nessun esposimetro e niente batterie per nulla e quindi, perfetta!
Se non si sa nulla di controlli manuali, basta iniziare con la vecchia e cara regola del 16, e iniziare a sperimentare. Lo stile di questa russa è molto personale. Anche nel “design”, se così vogliamo definirlo, non la trovo così vicina poi a una Leica e per quel che riguarda alcuni accorgimenti tecnici, forse è addirittura superiore. A iniziare dal telemetro, che pur se non paragonabile al Leica in limpidezza, è pur sempre dotato di un fattore ingrandimento 1.0. Gran vantaggio inoltre, poterlo allineare personalmente con gran facilità. Dove questo carro armato perde nettamente è in rumorosità e in una certa lentezza e macchinosità delle operazioni da eseguire per preparare lo scatto. A proposito, attenzione a non armare l’otturatore regolando i tempi di scatto prima di aver avanzato di fotogramma! Anche volendo utilizzare gli obiettivi russi, personalmente posseggo la copia 50 f/2 dello Zeiss Sonnar e l’incredibile 35MM Jupiter 12, ritengo che non si abbiano grandi perdite di qualità. Non ascoltate i bla bla dei Leicisti!
Beninteso adoro la mia Leica M6 TTl, ma avendoci il manico, i risultati possono essere del tutto comparabili.

La fotocamera si sente bene tra le mani e le persone si sentiranno irrimediabilmente attratte da essa, scambiandovi per una specie di Indiana Jones. Zorki 4 è una ballissima fotocamera e una ottima occasione di conversazione.

Come al solito se avete domande non esitate… e bon voyage!