Cinque consigli per la Street

La rue - Place de la Comédie

Ci sono due possibilità. Siete tra quelli che amano portare a casa da un viaggio scatti di monumenti e altre amenità, oppure appassionati di fotografia che amano portare a casa l’anima di un posto visitato, che sia anche il bar dietro l’angolo. Non scopro l’acqua calda ma, per questi ultimi, cercherò di riassumere in cinque punti (soltanto cinque?) quello che è il mio approccio alla Street Photography. Non tanto nozioni tecniche ma consigli appresi dai libri o, appunto, dalla strada.

Come premessa, state leggeri e scordatevi di fare Street con mastodontici zoom come cecchini o paparazzi, quindi fotocamere poco invadenti e 35mm per entrare direttamente nella scena.

  1. Non muoverti. Ebbene sì, muoversi ha poco senso, come parcheggiare una macchina facendo ripetuti giri dell’isolato.  Lasciati assorbire dall’ambiente e dopo aver camminato lentamente, cerca un punto in cui fermarti, osservando con attenzione tutto ciò che succede e i soggetti attorno a te. Inizia a scattare quando la maggior parte di loro non farà più caso a te.
  2. Concentrati sulle persone e sugli sguardi. Puoi scegliere di creare una forte connessione con il soggetto, intervenendo direttamente, oppure scattare con la fotocamera sul bacino, cercando di prevedere la composizione della fotografia. Occorre tenere a mente che, in alcune foto, quello sguardo dell’immediato istante in cui si accorgono della tua presenza è parte integrante di essa. A questo punto a seconda della reazione del soggetto ti consiglio due metodologie comportamentali. Sorridere in segno di ringraziamento e, nel caso di reazioni non gradite, mostrare di aver cancellato la foto, sorridendo anche in questo caso.
  3. La Street Photography non è solo una fotografia di soggeti umani. L”anima di un posto può essere racchiusa in una serie di oggetti, oppure in architetture relazionate a stili di vita. Sono immagini che in ogni caso racchiudono un messaggio umano, pur non essendo coinvolto nella scena.
  4. Scatta anche di notte. Appostati in zone illuminate, alla luce di lampioni o caratteristiche insegne luminose, e aspetta che accada qualcosa di interessante.
  5. Pensa a ciò che cambierà. Sfogliando un libro fotografico di Doisneau restiamo affascinati dalla vita parigina che ha immortalato nel corso della sua attività fotografica. Concentrati sulle tendenze attuali, che presumibilmente saranno del tutto cambiate tra qualche anno. Rischierai di portare a casa qualche scatto epico.
  6. Non dimenticare di condividere questo post con i tuoi amici appassionati di fotografia!

 

L’anima di Cerveteri

A volte ti svegli, esci dal tuo piccolo studiolo per prendere un caffè al “Bar Centrale” e ti fermi un attimo. Prendi Iphone nelle mani e con la applicazione che ti ricorda di più la pellicola, e qui stiamo parlando della arcinota “Hipstamatic” (sono sinceramente sconsolato per i possessori di un samsung appassionati di fotografia), fermi una natura morta che in quel momento di sembra possa rappresentare un baluardo al nuovo che avanza, giusto o sbagliato che sia. Un momento di festa può servire anche a questo. A una piccola riflessione che nella fretta di tutti i giorni non hai tempo o voglia di fare. E buona Pasqua a tutti.

photo1

Da Bibbo a Cerveteri

Fabrizio, in arte Bibbo si è imposto a Cerveteri, come ottimo esponente della cucina romana e non solo. Assieme a chi vuol bene è riuscito a rivisitare la tipica osteria romana e a “installarla” nel cuore del borgo antico di Cerveteri, il rione “La Boccetta”. Da fotografo, ho provato spesso i suoi piaceri tornando la sera dal lavoro, e non mi ha mai deluso nè per bontà delle ricette, di cui molte personalissime, nè per cortesia.

Un cavallo di battaglia?
Spaghettone alla colatura di alici, aglio olio, vongole e oliva taggiasca. Provare per credere.

 

  • l'imperméable rouge

    l'imperméable rouge

  • La chaise du conservatoire

    La chaise du conservatoire

  • Le lecteur

    Le lecteur

  • Chapeau bleu

    Chapeau bleu

  • Vélo lolita

    Vélo lolita

  • Rue de la Fontaine

    Rue de la Fontaine

  • Souvenir

    Souvenir

  • combien ça coûte?

    combien ça coûte?

  • le perrier et le jour des élections

    le perrier et le jour des élections

  • synchronisation parfaite

    synchronisation parfaite

  • tonton bobby

    tonton bobby

  • le "chat" de Montpellier

    le "chat" de Montpellier

  • Aller à la place de la Comédie

    Aller à la place de la Comédie

  • La rue - Place de la Comédie

    La rue - Place de la Comédie

  • Grain de soleil

    Grain de soleil

  • Un coin de rue

    Un coin de rue

  • Après-midi vélo

    Après-midi vélo

  • Le jeu de boules

    Le jeu de boules

La “mia” Montpellier

Montpellier, Francia meridionale, nella regione Languedoc-Roussillon a ridosso del mare e di quella provincia basca che, in fondo, è talmente vicina da farci ritrovare, nei “village” vicini delle vere e proprie arene da corrida.  Città universitaria e giovane e questo appare evidente, non appena ci si addentra nei vicoli che poi sfociano nella magnifica e stridente, per architettura, “Place de la Comedie”. Il fulcro vitale della vita cittadina.

La vita si snoda tranquilla e le biciclette la fanno largamente da padrone. Passeggiando nei vicoli di Montpellier si attraversa una storia stratificata che dal medioevo, ci porta fino ai giorni nostri percorrendo i vicoli degli austeri quartieri a maggioranza protestante. Montpellier si accende la sera e presto vedremo anche le immagini sorprendenti in notturna. Qui di seguito una piccola idea di ciò che si incontra nei vicoli del centro storico, fino a sfociare a Place de la comedie.

Wedding Moments

Da oggi è disponibile al pubblico, anche in formato pdf, una piccola pubblicazione, Wedding Moments. Un piccolo libro (18x18CM) in cui è riassunta un poco la mia filosofia della giornata di matrimonio dal punto di vista fotografico e la suddivisione dei vari momenti, dal mio punto di vista.

Sicuramente una base di racconto e di instantaneità fotogiornalistica, condito comunque da altri stili ed interpretazioni fotografiche, che non possono mancare nel corso di una giornata tutta dedicata all’amore e ai sentimenti. Grazie.